Continuare a lavorare da casa dopo Covid

Desideri continuare a lavorare da casa? Ecco come approcciare il tuo Manager

Come sappiamo, le rigide regole di distanziamento sociale imposte per fermare la diffusione del coronavirus hanno obbligato una percentuale significativa di professionisti a lavorare da casa. Sebbene questo sia stato concepito come un gap temporaneo, molte persone hanno imparato ad apprezzare i vantaggi del lavoro da remoto e vorrebbero mantenere una qualche forma di flessibilità anche in futuro.

Probabilmente il livello di flessibilità applicabile su una base a lungo periodo differirà da quello sperimentato durante il periodo di lockdown, ma è chiaro che il mondo del lavoro non tornerà mai al suo stato pre-coronavirus. Dopo questa esperienza, e sulla base delle conversazioni che stiamo avendo con i datori di lavoro, ci sono ampi riscontri circa l'accettazione di modalità di lavoro ‘ibride’.

Tuttavia, è evidente che la situazione differisca da un'organizzazione all'altra. Pertanto, se desideri continuare a lavorare da casa, devi rivolgerti al tuo responsabile con un piano supportato da prove e motivazioni che facilitino il raggiungimento di una soluzione reciprocamente vantaggiosa. Ecco come.

1. Definisci le tue best-practice

Nel corso delle ultime settimane, hai creato un ufficio a casa e hai trascorso del tempo a rivedere e perfezionare la tua giornata lavorativa per massimizzare la produttività e ridurre al minimo le distrazioni, con l’obiettivo di completare le tue attività nei tempi previsti. Potresti anche aver migliorato le tue capacità di gestione del tempo imparando, a questo scopo, a utilizzare gli strumenti di videoconferenza per mantenere - e in alcuni casi aumentare - una comunicazione significativa con colleghi e parti interessate.

Durante questo processo, hai identificato ciò che funziona meglio per te quando lavori da remoto. Di conseguenza, ora puoi articolare chiaramente quelle che hai identificato come tue personali best-practice per lavorare da casa in maniera ottimale, assicurando al tuo responsabile che anche tutti i potenziali ostacoli sono stati superati. In breve, sei pronto per presentare un piano organizzativo solido e testato per continuare a lavorare con successo da casa.

2. Tieni pronte le prove

Successivamente, prepara dati e prove a sostegno per dimostrare i tuoi recenti risultati mentre eri in remote-working. Lo scopo è dimostrare che, anche da remoto, puoi consegnare con successo e nei tempi previsti ciò che ti è richiesto. Come minimo, dovresti essere in grado di dimostrare che la tua produttività è rimasta ai livelli di lavoro pre-covid.

Detto questo, molte persone hanno scoperto che ci sono ulteriori vantaggi, a volte inaspettati, che si possono ottenere lavorando da casa. Ad esempio, per alcuni la mancanza di chiacchiere ambientali migliora la loro produttività, mentre ad altri viene riconosciuto maggiormente il merito delle loro attività lavorative. Molti team riconoscono di non aver mai ottenuto così tanta visibilità sui loro progetti come successo nel periodo di lockdown. Lavorare da casa ha inoltre fatto in modo che le persone raccogliessero e analizzassero dati significativi, il che ha influito positivamente sulla comprensione delle esigenze dei loro clienti.

Quindi, identifica i vantaggi forniti dalla tua esperienza di lavoro a distanza e, soprattutto, raccogli i dati per dimostrare il valore aggiunto fornito all’azienda. Ad esempio, l'incremento percentuale delle attività completate o il miglioramento nella pianificazione o nell'esecuzione delle singole attività. Se sei a corto di idee e senti di non riuscire a fornire rilevanti risultati quantificabili, prova a seguire questi suggerimenti. Sebbene siano stati pensati per evidenziare i propri risultati all’interno di un CV, funzionano altrettanto bene per dimostrare come hai mantenuto la produttività e ottenuto vantaggi aggiuntivi lavorando da remoto.

3. Concentrati sui vantaggi per l’azienda, non solo per te stesso

Successivamente, organizza un incontro con il tuo manager per presentare e discutere la tua richiesta. Fai sapere loro il motivo dell'incontro in modo che possano anche prepararsi e non sentirsi in difficoltà.

Quando arriva il momento di questo incontro, presenta la tua richiesta in modo professionale e aperto, supportata dalle prove che hai preparato. Fondamentalmente, focalizzati sui vantaggi per la tua azienda, non solo su quelli personali. Ad esempio, invece di parlare solo della riduzione del pendolarismo che ti dà più tempo da trascorrere con la tua famiglia, concentrati su come iniziare ogni giornata al meglio con l’obiettivo della massima produttività grazie ad un ambiente senza distrazioni.

4. Essere flessibili e preparare una posizione di sicurezza

Naturalmente, ci saranno alcune sfide che dovrai affrontare prima di poter raggiungere un accordo reciprocamente vantaggioso con il tuo manager. Cerca di anticiparli mettendoti nei suoi panni e visualizzando la tua richiesta dal suo punto di vista: quali potrebbero essere le sue obiezioni?

Uno dei più comuni che potresti riscontrare è la mancanza di interazioni sociali e conversazioni estemporanee che si verificano quando i dipendenti lavorano fianco a fianco. Questi creano un senso di cameratismo di squadra e rafforzano la cultura dell’azienda, mantenendo il personale ‘connesso’.

Questo aspetto è più difficile da replicare lavorando fisicamente distanti, ma non è impossibile. Come ha dimostrato il lavoro costretto da casa, gli strumenti di collaborazione e videoconferenza hanno consentito a team e organizzazioni di mantenere la propria cultura e il proprio senso di appartenenza e connettività.

Un'altra obiezione potrebbe derivare dal fatto che determinate attività siano più difficili da svolgere da casa. Ad esempio, se hai la responsabilità di gestire altre persone o passi molto tempo a collaborare con colleghi, potrebbe non essere pratico continuare a lavorare esclusivamente da casa.

In questi casi, forse potresti pensare ad un piano ‘ibrido’ in base al quale continuerai a utilizzare gli strumenti di videoconferenza per lavorare da remoto in determinati giorni e ti recherai in ufficio per incontri di persona in altri.

In definitiva, questa via di mezzo potrebbe essere la soluzione che funziona meglio sia per te che per la tua azienda. Dopotutto, con molti datori di lavoro che non vedono l'ora di ristabilire la socialità e le interazioni personali di un ufficio condiviso, forse potresti suggerire un lavoro a distanza part-time in modo da mantenere costante il contatto diretto con i tuoi colleghi, lavorando da remoto solo il resto della settimana? Ciò consentirebbe di bilanciare e godere dei vantaggi di entrambi gli scenari.

5. Follow-up

Nella maggior parte dei casi, il tuo capo avrà bisogno di tempo per considerare la tua proposta. Pertanto, dopo l'incontro invia un'email al tuo capo per ringraziarlo per il tempo che ti ha dedicato, sintetizza la tua proposta e i vantaggi per l'organizzazione, e allega le prove a sostegno per loro ulteriore considerazione.

Preparati a discutere ulteriormente la tua situazione e non dimenticare che qualsiasi trattativa di successo richiede una mentalità aperta e la volontà di venirsi incontro per un accordo adatto ad entrambi.

Con questi suggerimenti, dovresti essere in grado di bilanciare il tuo desiderio di continuare a lavorare da remoto con la praticità di farlo. In bocca al lupo!

 

Fonte: Hays Viewpoint

Promo block - Social

Seguici sui canali social

         

Promo block - Blog

Consigli di carriera

Scopri come affrontare la ricerca del tuo prossimo lavoro e come progredire con successo nella tua carriera.

Promo block - Salary Checker

Hays Salary Checker

Confronta la tua retribuzione con quella delle principali figure professionali analizzate nella Hays Salary Guide.

Promo block - CV download