Questo sito utilizza cookies. Se continui la navigazione, ne acconsenti l'uso, ma puoi cambiare le tue preferenze sui cookies in qualsiasi momento.

Seguici anche su Facebook

Hays: 5 motivi per cui i lavoratori temporanei rappresentano un valore aggiunto per le aziende

Milano, 04 dicembre 2018 – Impiegare lavoratori temporanei è sempre più comune per le aziende, non più solo per politiche di contenimento dei costi, ma soprattutto per far fronte a picchi di lavoro, per gestire specifici progetti e per colmare eventuali gap di competenze all’interno della propria forza lavoro. Secondo gli esperti della divisione Temp di Hays Response, specializzata nei servizi di somministrazione di lavoro e interim management per professionisti qualificati – molte imprese oggi considerano i lavoratori temporanei come risorse fondamentali da affiancare ai propri dipendenti a lungo termine. Soprattutto in settori come l’IT, dove è fondamentale essere sempre al passo con le evoluzioni della tecnologia, l’apporto di professionisti altamente specializzati risulta fondamentale.


“Reclutare un lavoratore temporaneo non è più solo una risposta alle fluttuazioni del mercato, ma rappresenta una vera e propria strategia aziendale - spiega Fabio Palmiotti, Section Manager Hays Response Italia -. I top manager delle aziende ritengono ormai fondamentale per il successo del business la possibilità di introdurre nel proprio organico professionisti con competenze specifiche, in grado di portare avanti progetti speciali in modo efficiente e autonomo”.

Sono almeno 5, secondo Hays, i motivi per cui un lavoratore temporaneo rappresenta un valore aggiunto per l’azienda:

1. I lavoratori temporanei portano competenze di nicchia in azienda

Generalmente si pensa che i lavoratori temporanei siano meno esperti dei dipendenti permanenti e che quindi siano più adatti a ricoprire posizioni junior. Questo non è sempre vero, anzi i lavoratori a tempo determinato vengono scelti per tutti i tipi di ruolo, dai profili più junior a figure di top management. Molto spesso chi viene selezionato per un incarico temporaneo, infatti, è chiamato a ricoprire posizioni altamente specializzate che richiedono un ampio set di competenze. Il lavoro temporaneo, inoltre, rappresenta un’attrattiva per un numero sempre maggiore di professionisti di tutte le età e livelli di seniority poiché garantisce una maggiore flessibilità e autonomia professionale. Per questo motivo, sono sempre di più i professionisti altamente specializzati, come ad esempio gli esperti del settore IT, che scelgono di abbracciare il lavoro temporaneo.

2. I lavoratori temporanei aumentano la produttività

I professionisti temporanei vengono spesso reclutati per lavorare su uno specifico progetto pertanto il loro obiettivo principale è quello di portarlo a termine con successo. Non hanno la “distrazione” di altri compiti da svolgere e ciò permette loro di essere maggiormente produttivi e svolgere il loro lavoro in meno tempo. L’approccio indipendente e focalizzato sugli obiettivi che spesso contraddistingue i lavoratori temporanei può influenzare positivamente i dipendenti permanenti dell’azienda. Inoltre, una volta terminate le loro task, i lavoratori temporanei possono sostenere i colleghi che si trovano ad affrontare improvvisi picchi di lavoro, aiutandoli a portare a termine compiti che altrimenti non riuscirebbero a svolgere in modo efficiente.

3. I lavoratori temporanei portano nuovi punti di vista in azienda

Altamente competenti e con un’esperienza diversificata: reclutare professionisti temporanei con queste caratteristiche può essere utile a portare una ventata di novità in azienda. Nuove idee, diversi punti di vista ed expertise variegata sono elementi indispensabili per mantenere sempre alto il livello di competitività dell’azienda. La rivoluzione digitale sta investendo ormai tutti gli aspetti del business e spesso, al momento di introdurre nuove tecnologie in azienda, ci si trova a dover affrontare la resistenza al cambiamento dal parte dei dipendenti che possono percepire la novità come una minaccia per il loro lavoro. I lavoratori temporanei reclutati per traghettare l’azienda verso la digitalizzazione ricoprono un ruolo strategico nel guidare i colleghi verso le nuove sfide tecnologiche.

4. I lavoratori temporanei permettono di risparmiare tempo e risorse

Il processo di recruitment di un lavoratore temporaneo generalmente richiede meno tempo di quello per assumere un dipendente permanente. Per questo motivo, in caso di progetti speciali o in caso di picchi di lavoro improvvisi, reclutare professionisti temporanei rappresenta la soluzione più vantaggiosa poiché, inoltre, la loro disponibilità è solitamente più immediata rispetto a quella di un dipendente a lungo termine.

5. I lavoratori temporanei aiutano a capire se l’azienda necessita di altro personale

Assumere un lavoratore temporaneo per un determinato ruolo permette ai responsabili di capire se, effettivamente, in azienda c’è la necessità di aumentare l’organico. Inoltre, avendo già testato le capacità del professionista, si può facilmente comprendere che tipo di abilità sono necessarie per ricoprire un determinata posizione.

  

|