Questo sito utilizza cookies. Se continui la navigazione, ne acconsenti l'uso, ma puoi cambiare le tue preferenze sui cookies in qualsiasi momento.

Ricercare per expertise

COME RASSEGNARE LE DIMISSIONI

CONSIGLI E SUGGERIMENTI

Nella società di oggi, in cui un lavoro non è più garantito a vita, consegnare le proprie dimissioni è qualcosa a cui molte persone hanno fatto abitudine. Ma come per la maggior parte delle cose, ci sono modi giusti e sbagliati per affrontare la situazione.

Quando parliamo di dimissioni è importante avere chiaro come intendete comunicarlo al vostro datore di lavoro e ad affrontare possibili ripensamenti.

Il corretto protocollo

In un mondo ideale, dare le dimissioni sarebbe sempre piacevole e semplice. Il capo capirebbe le vostre ragioni e sarebbe di supporto in merito alle vostre esigenze. La verità è che spesso non è così.

Tenete a mente che le vostre dimissioni avranno un impatto sulla vostra carriera. Dare le dimissioni nel modo sbagliato potrebbe essere dannoso per il vostro futuro immediato. Dopo tutto, avere delle buone referenze non è solo prezioso, ma di vitale importanza.

Una volta che avete fatto la scelta di dimettervi, la prima cosa da fare è quella di informare il vostro manager di riferimento: una lettera di dimissioni è il modo formale per comunicare le vostre intenzioni e inoltre ha validità legale dal momento in cui indica la data dalla quale desiderate far partire il periodo di preavviso.

Informare il vostro datore di lavoro

Cosa scrivere nella lettera dipende dalle circostanze della vostra partenza. Una semplice lettera di dimissioni dovrebbe includere i dettagli personali insieme alla firma.

Se rimanete in buoni rapporti, o se siete particolarmente dispiaciuti di lasciare colleghi e amici, è possibile aggiungere una frase o due ringraziando il vostro capo per le opportunità che vi sono state date, e per esprimere il tutto il rinconoscimento.

Un tocco di sentimento, formulato in modo sintetico, può fare molto e non costa nulla.

In caso contrario, se le dimissioni sono dovute a condizioni di lavoro sfavorevoli o, peggio, ad uno scontro di personalità con il vostro capo o un altro collega, sarebbe meglio evitare di entrare nei dettagli.

In questo caso basterà indicare l'intenzione di dimettervi senza aggiungere altro. Ricordate, la lettera ha un unico scopo -  informare il datore di lavoro della data che in cui si desidera interrompere l'attività lavorativa.

Deve essere semplice e mirare al punto.

Come faccio a dirlo al mio capo?

Come vi sentite una volta presa la decisione e scritta la lettera che notifica legalmente al datore di lavoro le vostre intenzioni?

E’ normale provare diverse emozioni. Il senso di colpa di solito arriva per primo – penseranno che li ho abbandonati! In seguito arriva l’ansia. Immaginate il momento in cui lo direte al vostro capo. Come potranno trattarmi durante il periodo di preavviso? E se cercheranno di convincermi a rimanere? E se non lo faranno? Potreste sentirvi tristi per gli amici che lascerete.

La realtà è che la maggior parte delle persone ad un certo punto della loro vita – il vostro capo incluso – si saranno trovate in questa situazione. Nonostante siate stati uno dei membri più preziosi del team, l’azienda sopravvivrà. Non siete i primi a dare le dimissioni e non sarete nemmeno gli ultimi.

Non c'è mai un momento giusto per dimettersi.

Buon senso e giudizio

• Mantenete la riservatezza - il vostro capo apprezzerà di poter decidere a chi altro raccontarlo, come e quando dare la notizia

• Trovare il momento giusto per vedere il vostro capo - appena prima che sta per fare una presentazione al consiglio di amministrazione non è un buon momento

• Siate sicuri dei vostri motivi per lasciare

• Se non si vuole rivelare dove si sta andando, è assolutamente tra i vostri diritti non dirlo

• Siate pronti ad una reazione negativa, anche la rabbia del momento; ricordate, sono solo delle dimissioni - lo shock iniziale passerà

• Se non vi sarà possibile avere un periodo di passaggio di consegne a un collega o ad una nuova persona, rassicurate il vostro capo sul fatto che sarete disponibili e collaborativi - non siate negativi

• Tenete a mente quali sono i motivi che vi hanno spinto a questa scelta

Ripensamenti

Ma volete e o non volete dare le dimissioni? Non è troppo tardi. Pensateci a lungo prima di prendere la vostra decisione finale. Chiedetevi - è davvero questo il lavoro giusto per me? Quanta voglia ho di cambiare?

Siate assolutamente sicuri di fare la cosa giusta, è fondamentale! Potreste essere soddisfatti di fronte alla prospettiva di una 'contro-offerta' - ma cosa penserà il vostro capo di voi in questo momento? Prima di decidere provate a pensare in questo modo:

• Quali sono i pro e i contro del lavoro attuale? E del nuovo lavoro?

• Avete provato ad ottenere una nuova posizione all'interno della vostra azienda attuale?

• Vorreste comunque lasciare anche a fornte di una pormozione o di uno stipendio più alto?

• Che cosa consiglia di fare il tuo cuore? E cosa dice la tua testa? Ascolta la testa.

• Ripensate in primo luogo a cosa vi ha resi infelici. Non lasciatevi influenzare dai commenti dei familiari o degli amici ad esempio "Ma eri così sistemato". Non lasciatevi scoraggiare pensando a ciò che dice la gente, "Non sarebbe stato lo stesso senza di te" o 'io ti stavo considerando per una promozione". Siate positivi e non sottovalutate le vostre capacità. Se avete degli obiettivi e delle ambizioni, non ostacolatele con pensieri negativi. E’ importante ricordare che il lavoratore medio trascorre otto ore al giorno in ufficio quindi quaranta ore a settimana, per non parlare degli straordinari!

Per riassumere

• Preparare la lettera

• Perché prendere tempo? Fatelo oggi!

• Chiedete un incontro al vostro capo

• Siate professionali

• Cercate di rimanere in buoni rapporti

• Mantenete alta l'attenzione nel vostro attuale ruolo

• Siate discreti

• Rilassatevi

• FESTEGGIATE IL NUOVO LAVORO!


LEGGI LA PROCEDURA FORMALE PER RASSEGNARE LE DIMISSIONI

SOSTENERE UN COLLOQUIO

I colloqui sono una tappa fondamentale nella ricerca di lavoro. Ecco alcuni preziosi suggerimenti.

INCOMINCIARE UN NUOVO LAVORO

Come iniziare al meglio il nuovo lavoro? Le prime settimane sono determinanti per la vostra carriera.

I nostri uffici

I nostri uffici