Questo sito utilizza cookies. Se continui la navigazione, ne acconsenti l'uso, ma puoi cambiare le tue preferenze sui cookies in qualsiasi momento.

8 segnali per capire che da troppo tempo ricopri quel ruolo

8 segnali per capire che da troppo tempo ricopri quel ruolo

Rimanere a lungo nella stessa azienda può essere molto rassicurante – conosci tutti, sai come funzionano le cose, non hai molti nuovi cambiamenti da affrontare – ma hai il presentimento che qualcosa ti sta sfuggendo di mano? Potresti aver lasciato passare molte opportunità di lavoro e aver danneggiato le prospettive di carriera nel lungo periodo. E’ importante riprendere il controllo del tuo percorso professionale.

Non c’è una regola che ti possa far capire se stai ricoprendo un ruolo da ormai troppo tempo, ma ogni lavoro meritevole del tuo tempo dovrebbe essere appagante e darti ogni giorno la possibilità di imparare ed espandere le tue conoscenze. Se hai svolto più ruoli a seguito di promozioni, rimanere nella stessa azienda non ti bloccherà la carriera. Ma se sei nella stessa posizione da più di 10 anni, allora è un’altra storia.

Se quanto detto ti risulta familiare e non ti senti più ispirato, potrebbe essere il momenti di cercare altrove. Ecco otto segnali che ti fanno capire che sei in quel posto da troppo tempo ormai.

1.   Hai perso il tuo attaccamento al lavoro e all’azienda

Senza quasi rendertene conto hai smesso di impegnarti e stai svolgendo il tuo lavoro non certo al meglio delle tue possibilità. Eri solito essere molto orgoglioso del tuo lavoro e ora non ti sembra più così; tutto è diventato routinario e noioso.

2.   Potresti svolgere il tuo lavoro mentre dormi

La tua vita lavorativa non ti riserva più sfide stimolanti e sebbene questo può essere appagante all’inizio, ora hai realizzato che ti mancano. Niente è stimolante nei giorni che passano e ti senti demotivato dalla facilità con cui tutto scorre con estrema semplicità.

3.  Non ti senti più parte del gruppo, sei meno socievole e i colleghi ti annoiano

Se una volta era bello stringere relazioni in ufficio, ora non lo è più. E’ strano che possa risultarti noioso conoscere nuove persone. Mantieni le conversazioni il più brevi e impersonali possibili, e non interagisci con i colleghi, una volta che la giornata lavorativa si sia conclusa.

4.   Guardi sempre l’orologio e odi i lunedì

Arrivi in orario alla mattina e lasci l’ufficio non appena scatta l’orario di uscita, approfittando di ogni possibile break nella giornata e senza perdertene uno. Conti i giorni che ti separano alle vacanze, anche se ne mancano solo due.

5.    Ti senti lasciato fuori da progetti e meeting

Talvolta ti sembra che nessuno al lavoro ti noti. Nessuno chiede la tua opinione e ti trattano come se non potessi contribuire ai progetti in essere. Persone che ritieni meno competenti, sono spesso tenute in maggiore considerazione di te.

6.    Non ti senti considerato per una promozione

Le persone più giovani o con meno talento sono sempre scelte prima di te. Non ti sembra di essere mai scelto per ricoprire un ruolo più alto o di ricevere lodi per il lavoro che fai, e non sei mai selezionato per ricevere alcun bonus o premio. Sono trascorsi anni dall’ultima volta che sei stato nominato “lavoratore del mese”, anche se fai parte di un team piccolo.  

7.    Hai smesso di credere nella tua azienda

Quando hai iniziato eri molto appassionato  di questo lavoro, dell’azienda, di quello che faceva e facevi, ma sembra che questa passione sia svanita. Ti senti disilluso e non pensi che le persone più senior amino la tua organizzazione così come tu un tempo. Senti che essa ha perso la sua strada, ha disatteso gli ideali iniziali o semplicemente è diventata mediocre.

8.    Invidi gli ex colleghi che hanno dato le dimissioni

Forse dici di te stesso che non hai talento o che non sei abbastanza coraggioso per compiere quel passo che hanno fatto loro. Ti sembra che ora stiano meglio fuori dall’azienda, non come te che sei ancora dentro. Stai pensando a tutte le opportunità che si stanno aprendo per loro e a quelle che tu ti stai perdendo.

Se uno di questi segnali lo riconosci nella tua attuale situazione lavorativa, potrebbe esser giunto il momento di chiederti cosa dovresti fare. Entrare nuovamente nel mondo del lavoro, però, dopo tanto tempo è una prospettiva che può intimorire. Ecco alcune suggerimenti utili.

Aggiorna il CV

Quando ricopri un ruolo da molto tempo, hai bisogno di spiegare agli altri che non hai fatto solo una cosa. Focalizzati sulle competenze che hai sviluppato e sui traguardi raggiunti. Illustra anche i progetti che hai seguito e scrivi le tue esperienze in ordine cronologico, in modo da dimostrare i tuoi progressi.

Preparati per un colloquio

Ci sono tre cose che devi fare in un colloquio. In primis, spiegare in termini positivi il perché sei rimasto a lavorare in quella posizione per così tanto tempo. Poi rassicurare il tuo selezionatore del fatto che le tue competenze siano ben aggiornate. Poi, dimostrare che hai i requisiti richiesti per entrare in una nuova cultura aziendale. Se hai iniziato opere di volontariato o hobby dillo, così da dimostrare che sei ancora aperto alle novità.

Contatta una recruiter

Potresti spendere tutto il tuo tempo a guardare annunci di lavoro da te stesso, ma un recruiter competente è capace di studiare il tuo CV e candidarti per opportunità disponibili. Detto questo, tutto dipende da te. Non ci sono garanzie, ma potresti riposizionarti in un nuovo lavoro che ti farà sentire finalmente di nuovo felice.
 


Autore: Marc Burrage, Manging Director, Hays Japan

Fonte: Hays Viewpoint

Link utili