Questo sito utilizza cookies. Se continui la navigazione, ne acconsenti l'uso, ma puoi cambiare le tue preferenze sui cookies in qualsiasi momento.

3 MOSSE SEMPLICI E VELOCI PER AGGIORNARE IL TUO CV

3-mosse-semplici-e-veloci-per-aggiornare-il-tuo-cv img

In questo periodo dell’anno molte persone pensano alla possibilità di cercare una nuova sfida professionale. Per alcuni questo significherà lasciare il proprio ruolo attuale. Se quindi anche tu aspiri a trovare un nuovo lavoro, ecco alcuni consigli per aggiornare velocemente ed al meglio il tuo CV:

1. Personalizza il CV

Con tutta probabilità il tuo CV non è aggiornato da anni ed è probabilmente ancora basato sulla tua ultima esperienza lavorativa. Da quel momento però le tue competenze, la tua esperienza ed anche le tue aspirazioni saranno cambiate, e quindi le informazioni da evidenziare nel tuo CV devono essere modificate. Ritagliati del tempo per personalizzare ed aggiornare il tuo CV in questo modo:

La tua descrizione personale

Questa parte del CV dovrebbe esprimere brevemente la tua carriera professionale, quali sono stati i momenti più importanti e quali sono le tue aspettative per il futuro. Il testo dovrebbe essere diverso da quello inserito l’ultima volta, poiché questa sezione deve essere mantenuta sempre aggiornata.

La tua esperienza

Alcune delle tue precedenti esperienze professionali potrebbero non essere troppo rilevanti per il tipo di ruolo a cui stai aspirando ora. Ad esempio, potresti aver occupato troppo spazio nel CV per illustrare un lavoro giovanile svolto molti anni fa. Da allora avrai sicuramente altre e più interessanti esperienze da illustrare. Perciò, rimuovi tutte le informazioni che ti sembrano superflue e per le esperienze professionali di minor rilievo indica solo il nome dell’azienda, il ruolo che hai ricoperto ed il periodo temporale.

Le tue competenze

Quali competenze hai acquisito da quando hai modificato il CV l’ultima volta? Pensa a tutti i corsi di formazione seguiti, alle altre modalità con cui hai sviluppato più conoscenze o responsabilità. E aggiungi il tutto al tuo CV, ricordandoti di evidenziare anche eventuali esempi di progetti svolti e riconoscimenti ricevuti.

Parole chiave

Per finire, identifica delle parole chiave di riferimento legate al ruolo professionale a cui stai aspirando, ad esempio “gestione di team”, “project management” o “data analyst”. Fai in modo che esse siano incluse nel tuo CV insieme alla tua storia lavorativa. Il modo con cui i recruiter ricercano un curriculum è cambiato, ora si utilizzano algoritmi che permettono di selezionare pochi CV ben mirati per un determinato ruolo. Includendo quindi nel tuo Curriculum specifiche parole chiave, potrai aumentare le possibilità che esso appaia nella prima short list di ricerca.

2. Evita i cliché

Anche se un CV ben strutturato può comparire tra i primi risultati nella ricerca di un recruiter, tuttavia potrebbe essere scartato a causa di un contenuto pieno di cliché con un evidente mancanza di coerenza. Se ad esempio affermi di essere una persona con un “forte spirito di gruppo” o con “un’ottima capacità di gestione delle persone”, sii certo di confermarlo con degli esempi.
Inoltre, utilizza verbi attivi in tutto il tuo CV per dimostrare l’evidenza dei tuoi successi. Ad esempio, se affermi di essere “motivato” a lavorare in team, inserisci anche un esempio che dimostri ciò e che illustri i risultati ottenuti.

3. Correggere

Da ultimo, assicurati che i dettagli di contatto, i luoghi e i link inseriti nelle tue informazioni professionali siano aggiornati. Poi rileggi attentamente il tuo CV, correggi eventuali errori grammaticali, di formattazione o di struttura.
Per concludere, se vuoi avere un vantaggio competitivo sugli altri candidati ed ottenere il lavoro che tanto cerchi per il 2018, è bene che il tuo CV sia sistemato al meglio. Sarebbe bene ripetere questo processo più volte nel corso di un anno solare, piuttosto che sistemarlo soltanto in procinto di dover cambiare lavoro. Come ha affermato il mio collega Nick Deligiannis è una buon esercizio tenere aggiornato il tuo CV in modo continuativo, dal momento che le competenze e le capacità professionali sono in continua evoluzione. “Dopo tutto, noi controlliamo la nostra macchina molto più di una volta all’anno, perciò perché non avere così riguardo anche per il nostro CV e per i nostri profili online?”.
 


Autore: Alex Shteingardt, Managing Director Hays Russia

Fonte: Hays Viewpoint

Link utili